Grazia Di Capua-Svizzera

La descrizione della scuola

Nome: Kollegium Gambach.
Località: Via Weck-Reynold 9 1700 Friborgo. Info.cga@edufr.ch
La scuola superiore di preparazione all’università si chiama ginnasio e non c’è distinzione come in Italia tra liceo classico, scientifico e linguistico. Io ho frequentato questa scuola.
La maggior parte delle materie è obbligatoria: prima lingua tedesco, seconda lingua francese, matematica, terza lingua o inglese o italiano, storia, fisica, filosofia, religione, sport. Poi si può scegliere ancora se seguire i corsi di arte o di musica. Poi si può scegliere una materia di cui fare più ore tra: matematica approfondita, fisica, biologia-chimica, geografia, storia, economia e legge, psicologia-pedagogia, filosofia, religione, arte, musica, sport. In ogni modo non tutti i corsi elencati per ultimi si svolgevano nella mia scuola, lo studente in caso contrario avrebbe dovuto spostarsi in altre scuole.
Per quanto riguarda le attività che la scuola organizza esse sono sovrapponibili a quelle della nostra scuola; vale a dire la visione di un film, o di uno spettacolo teatrale, e gite scolastiche. In più la scuola a gennaio a organizzato tre giornate di sport, a cui tutti gli alunni hanno partecipato.
Non c’è un aula per ogni insegnante ma ci sono aule specializzate per diverse materie, come fisica biologia e chimica.
Le lezioni iniziano alle ore 8, una lezione dura 45 minuti, tra una lezione e l’altra ci sono 5 minuti di pausa per cambiare classe, a metà mattina ci sono 15 minuti di pausa, e a pranzo 45 minuti, in cui si può uscire o mangiare alla mensa scolastica. Le lezioni non terminano sempre alla stessa ora anche se per la maggior parte terminano alle 15.30.
  Per quanto riguarda le differenze, queste sono davvero molte. Biologia e chimica vengono svolte in modo molto più pratico, ad esempio abbiamo praticato in classe il test per conoscere il gruppo sanguigno; abbiamo osservato al microscopio diversi microorganismi quali ad esempio: batteri e funghi. In fisica si fanno molte ore di laboratorio. La matematica rispetto a come si studia da noi è molto più semplificata, si impara semplicemente ad applicare la regola, senza capire perché la si applica, e senza dimostrazioni. Filosofia e storia si studiano a temi e non cronologicamente. Per esempio in filosofia si studia la teoria della conoscenza vi sta da diversi filosofi di epoche diverse.
Tedesco è la lingua che ho imparato, e era necessario che io lo facessi a scuola. Non so ancora come il tedesco possa arricchire il mio piano di studi al momento, ma di certo ha arricchito il mio bagaglio culturale.
Per quanto riguarda la biologia l’ho scelta perché è inserita anche nel programma italiano di quest’anno.
Per le materie scientifiche come matematica e fisica, non ho avuto molti problemi ho svolto gli esercizi come i miei compagni a volte anche più rapidamente e senza l’uso delle loro avanzatissime calcolatrici. Invece ho avuto più difficoltà nelle materie umanistiche, soprattutto all’inizio per la mia scarsa conoscenza della lingua, o meglio delle lingue perché ho vissuto in un cantone bilingue e molto spesso mi sono dovuta confrontare con tre lingue diverse: il tedesco, il francese, e lo svizzero-tedesco (dialetto). Per la maggior parte delle materie non si usano libri, ma si studia dalle fotocopie che vengono fornite dai professori. Io spesso ho impiegato molto tempo nelle traduzioni, e questo è ovvio. A volte mi sono aiutata con testi in italiano cercati su internet. In più i professori di storia e di tedesco spiegavano molto velocemente, e questo mi ha creato qualche difficoltà, che si è andata riducendo col tempo. Alcuni professori si sono mostrati più attenti alla mia condizione di studente straniero altri meno, perché ogni mondo è paese.
Io e la scuola
A scuola sono stata accolta dal preside, che mi ha accompagnato in classe, tengo a dire che il preside è una delle migliori persone che io abbia incontrato in svizzera.
Non mi hanno consegnato ne schede ne questionari, ne mi hanno chiesto notizie sulla scuola italiana.
Per ogni disciplina gli argomenti affrontati sono i seguenti.
Tedesco: Annette von Droste Hulshoff die judenbuche, Theodor Storm der schimmereiter.
Storia: nazionalismo, razzismo, liberalismo, e le cause della prima guerra mondiale.
Filosofia: l’etica, l’utilitarismo e la teoria della conoscenza dal punto di vista di diversi filosofi.
Biologia: fotosintesi clorofilliana, sistema immunitario, i parassiti, batteri.
Chimica: carboidrati, proteine, grassi, vitamine, proprietà dell’acqua, velocità di una reazione chimica.
Fisica: solo la geometria ottica.
Matematica: derivate di funzioni semplici trigonometriche, esponenziali e logaritmiche, i punti estremi di una funzione con i massimi e minimi.
Arte: non si studiava storia dell’arte ne disegno geometrico, ma abbiamo disegnato e dipinto.
Religione: l’islamismo e l’ebraismo.
Sport: pallavolo, frisbee, basket.
Le lezioni sono organizzate in questo modo: per la maggior parte delle ore i professori spiegano l’argomento, avvolte con l’intervento attivo dei ragazzi attraverso, ad esempio, disegni o grafici. Spesso si lavora in gruppo, e vengono usati diversi apparecchi per la visualizzazione di immagini o mappe. Si utilizza relativamente poco internet.
Non esistono interrogazioni orali, ma solo verifiche scritte che si svolgono alla fine di un argomento.
Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...