Il programma Gioventù in azione

L’Europa è per tutti!

Gioventù in Azione 2007-2013 è un programma della Commissione Europea – Direzione Generale Istruzione e Cultura che promuove l’educazione non formale, i progetti europei di mobilità giovanile internazionale di gruppo e individuale attraverso gli scambi e le attività di volontariato all’estero, l’apprendimento interculturale e le iniziative dei giovani di età compresa tra i 13 e i 30 anni.
In Italia è attuato dalla Agenzia Nazionale per i Giovani.

L’Autorità Nazionale del programma è il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Il programma Gioventù in Azione si avvale di 5 Azioni operative, a loro volta articolate in più Sottoazioni. Le Azioni del Programma gestite direttamente dall’Agenzia Nazionale sono le seguenti:

Azione 1 – Gioventù per l’Europa

Azione 2 – Servizio Volontario Europeo

Azione 3 – Gioventù nel mondo

Azione 4 – Strutture di sostegno per i giovani

Azione 5 – Sostegno alla cooperazione europea nel settore della gioventù

Per info:http://www.agenziagiovani.it/il-programma.aspx.

Azione secondaria 1.1 – Scambi di giovani
Gli Scambi di giovani permettono a gruppi di giovani di Paesi diversi di incontrarsi e di conoscere le rispettive culture. Lo scambio è progettato dai ragazzi stessi sulla base di un tema di interesse comune che viene scelto dall’organizzazione che ospita il progetto di comune accordo con le organizzazioni partner. I temi possono essere i più svariati, dall’uso dell’arte al teatro, dall’ecologia allo sport, dallo svolgimento di attività manuali e laboratoriali ad attività di volontariato. Questi temi hanno sempre come tema di fondo il confronto fra culture e stili di vita e sono affrontati attraverso l’apprendimento esperienziale e l’educazione non formale. Gli scambi internazionali sono delle grandi opportunità per viaggiare, fare esperienze interculturali e affrontare i temi scelti. Questi progetti rappresentano, in particolare per chi ha meno possibilità di accesso a esperienze simili, delle grandi opportunità di  apprendimento interculturale, sociale, linguistico e sono delle ottime opportunità per uscire dal proprio contesto sociale.

Azione 2 – Servizio Volontario Europeo

Il Servizio Volontario Europeo (SVE) dà la possibilità di effettuare un periodo di  volontariato in un’organizzazione No Profit all’estero, in Europa o nel  resto del mondo. Lo SVE di breve termine può durare dalle 2 settimane ai 2 mesi ed è pensato specificamente per ragazzi con minori opportunità.

Per info:http://www.serviziovolontarioeuropeo.it/cose-sve-breve-termine.html

 I corsi di formazione vengono organizzati sia da enti no profit come la Joint, che ospiterà a Marzo un corso per formare persone che lavorino in progetti internazionali con ragazzi svantaggiati, sia da Salto, l’istituto creato dalla Commissione Europea per fare ricerca e formare chi lavora col programma Gioventù in Azione.

I corsi di formazione sono rivolti a tutti coloro che lavorano o fanno volontariato a contatto con giovani, trattando i temi più disparati relativi ai progetti Gioventù in Azione.

Nella definizione di minore opportunità indicata nello Youth In Action Programme sono indicati quali ostacolipongono i ragazzi in una condizione svantaggiata e possono essere classificati nel seguente modo:

  1. Sociali: discriminazioni a causa del genere, dell’appartenenza ad un gruppo etnico, per il credo religioso,l’orientamento sessuale o la disabilità; giovani con limitate capacità sociali/relazionali o con comportamenti antisociali; con comportamento sessuale a rischio; giovani entrati nel circuito penale; tossicomani o alcolisti; orfani, giovani figli di genitori con precedenti penali; tossicomani o alcolisti; giovani figli di genitori singles o di genitori separati.
  2. Economici: bassa qualità della vita, bassi stipendi, dipendenti dell’assistenza sociale, disoccupati usciti dal mercato del lavoro, senza casa, poveri, giovani con problemi finanziari
  3. Fisici e mentali: giovani con disabilità mentali, fisiche o di altri tipo
  4. Scolastici e formativi: giovani con difficoltà di apprendimento, giovani che abbandonano la scuola, giovani con qualifiche non elevate e giovani con rendimento scolastico non adeguato.
Annunci

1 Comment

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...