La scuola di Luisa a Santo Domingo

Santo Domingo, 29/08/11

le foto su La scuola di Luisa a Santo Domingo

QUESTIONARIO

A) La Descrizione Della Scuola Estera

Nome della scuola, località, stato

Colegio Fernando Arturo da Meriño (CAFAM) Santo
Domingo – Rep. Dominicana

Che
tipo di scuola stai frequentando? (liceo o simile, tecnico, professionale ecc)

In Rep. Dominicana ci sono 12 anni di studio prima
di entrare all’università. Gli anni dal primo all’ottavo sono detti
“Basica” e corrispondono alle nostre elementari e medie. Gli ultimi 4
anni che corrispondono al nostro liceo si chiamano “bachillerato” che
può distinguersi in “media” o tecnico”. Nella mia scuola si possono scegliere 5
corsi per il bachillerato e sono General (che corrisponde al nostro corso
“Normale”), Turismo, Informatica, Elettronica e Gestion (questi
ultimi 4 fanno parte del “tecnino”). E’ un po’ come in Italia solo che tutto
questo sta in un unico istituto. La mia scuola inoltre si trova in un campus
universitario. Io sto frequentando l’ultimo anno di “bachillerato”
cioè il quarto in un corso General.

Con quali mezzi vi si arriva?

Si può arrivare in bus però mi accompagnano e mi
vengono a prendere i miei genitori ospitanti.

Descrivi le vie che la circondano.  

Si trova in una posizione molto centrale infatti la
strada dell’entrata principale è una delle strade più trafficate di Santo Domingo
mentre le altre strade sono strade secondarie e inoltre è vicina a una delle
piazze più importanti “Plaza de la bandera”

Descrivi in dettaglio l’aspetto esterno
ed interno, le aule, la palestra, il bar, aule speciali, ecc.
 

Ci sono più entrate : c’è un’entrata che accede
direttamente nell’istituto, un’altra che accede nella palestra che è all’aperto
e che fa anche da cortile interno e c’è un entrata per le macchine che accede
quindi nel parcheggio. Essendo un istituto che comprende “basica y
bachillerato” la parte di basica è distaccata dall’altra. Inoltre ogni
classe (inteso come “prima”,”seconda”, ..) si trova su un
piano diverso. All’ingresso c’è un bar (che qui si chiama “cafeteria”
perché il bar è dove si vendono gli alcolici) al quale si può accedere durante
il “recreo” cioè la ricreazione che dura 30 minuti. Si può comprare
quello che desideri per fare colazione e si spende pochissimo! Le aule sono
abbastanza grandi perché le classi sono numerose e tutte munite di più
ventilatori perché fa caldissimo! C’è una specie di auditorium dove sta il cortile
e si chiama “salone multiuso”. Presto fornirò delle foto così che si
può capire meglio! Gli uffici si segreteria/presidenza sono separati e vi si
può accedere anche dall’esterno.

In quale classe sei stata inserita? 

Come già detto sono stata inserita all’ultimo anno (cioè il quarto) di un corso General

Come e se lo studente può scegliere i corsi e/o le materie da frequentare  

Non si possono scegliere le materie da studiare ma puoi scegliere il corso da frequentare. Per esempio se scegli il corso “turismo” scegli di studiare materie come economia, inglese tecnico,etc.. io non ho scelto il mio corso perché si preferisce inserire i ragazzi degli scambi culturali in corsi non tecnici a meno che non lo richiedi a parte

Quali materie si studiano?  

matematica, chimica organica e inorganica, fisica,
lingua e letteratura spagnola, francese, inglese, civica, religione, storia (il
programma cambia in base all’anno che frequenti), geografia economica, arte e
musica, religione, economia, filosofia, cucina (come negli alberghieri),
inglese tecnico per quanto riguarda i tecnici (ad esempio se segui il corso di
elettronica studi un inglese che riguarda quell’ambito, idem per turismo,
etc..), biologia. diciamo che si studiano tutte le materie che si studiano nei
nostri licei, tecnici e professionali. più o meno l’unica differenza riguarda i
programmi da svolgere e gli argomenti.

Ci sono materie e/o attività extra?  

ci sono attività extra di danza, teatro e musica.Infatti io che frequento il conservatorio mi sono iscritta al corso di chitarra che si svolge con un professore a livello individuale o anche collettivo per una volta a settimana

Spiega le attività che la scuola organizza: viaggi, cineforum, feste, giornali d’istituto ecc  

L’ultimo anno (cioè quello che io sto frequentando) è l’anno della “promocion”. I ragazzi delle quarte di ogni corso si riuniscono e organizzano una festa scegliendo un tema e qualcosa che li caratterizzi. Questa promocion si svolge a dicembre. Ogni scuola organizza la
sua. Per quanto riguarda le gite, si fanno uscite o escursioni in base al
corso che frequenti. Per quanto riguarda altro non lo so ancora

Ogni insegnante ha la sua aula?  

No come per noi sono gli insegnanti che cambiano
classe

A che ora inizia e finisce una lezione?  

si entra alle 7.30 e si esce alle 13.30 però la
prima ora inizia alle 07.45. Tutte le ore sono di 45 minuti. Ogni mattina tutti
ci riuniamo in cortile per fare l’alzabandiera accompagnato dall’inno e,
essendo una scuola cattolica, ogni lunedì la preside o un prof recita una
preghiera e un passo del vangelo per augurare a tutti un buon inizio di
settimana

Descrivi una tipica giornata scolastica 

Il prof entra e corregge i compiti che ci
ha dato la volta precedente aprendo un dibattito tra tutti. Qui infatti conta
molto la partecipazione in classe e spesso le organizzazioni si organizzano in
gruppi di lavoro (examen) e tutto cioè fa parte della valutazione mensile che
ogni professore fa per ognuno di noi. I voti sono da 1 a 100 e ogni professore
ha i suoi parametri (per esempio la mia prof di storia e civica da : 20pt per
la partecipazione, 20 per i compiti a casa, 10 per la condotta, 30 per l’examen
ossia le prove che si fanno in classe e 20 per i lavori di ricerca)

C)
IO E LA SCUOLA

1)Come
sei stato accolto a scuola?

Sono
stata accolta bene, anche se non hanno organizzato nulla di speciale per gli
studenti nuovi. In classe mi hanno dato un gran benvenuto e tutti sono stati
disponibili da subito ad aiutarmi se non capisco qualche spiegazione o i
compiti per casa. Oggi è stato solo il mio quarto giorno di scuola e tutti mi
trattano come se mi conoscessero da una vita. Già conosco quasi tutti i ragazzi
del quarto anno J

1.1)
Indica le pratiche di accoglienza: ti hanno somministrato schede, questionari
ecc? Se si, presenta un esempio

No
non mi hanno somministrato niente. Però prossimamente la prof di spagnolo farà
fare una specie di test di ingresso a tutta la classe. E’ senza voto, le serve
per vedere un po’ il livello di tutti

2)
Presenta almeno 1 argomento di lezione
per ogni disciplina del curricolo seguito,
 specificando:

2.1)le
ore settimanali della disciplina in oggetto

2.2)
la struttura dell’unità didattica,cioè come è organizzata la lezione seguendo
lo schema seguente

a)
l’insegnante spiega?

b)
fa preparare autonomamente la lezione

c)
si lavora in gruppo? con quali strumenti? (es utilizzo
di mappe, ausilii audiovisivi,
ricerche internet ecc)

d)
illustra il contenuto della lezione stessa in sintesi

e)
come si svolge la verifica???

Di
matematica stiamo facendo le trasformazioni geometriche. Le ore settimanali di
matematica sono quattro. Il prof ci ha assegnato tutto il capitolo sulle
trasformazioni geometriche e ci ha detto di scrivere un questionario (con
risposte per aiutarci a ripetere bene e a studiare bene definizioni e altro)
con le domande che ritenevamo essere più importanti sull’argomento. Oggi ci ha
spiegato come si fa il prodotto delle trasformazioni geometriche e già abbiamo
quasi concluso questa unità e devo dire che mi piace il suo metodo perché ci
aiuta a studiare in modo individuale come per esempio di fa all’università.
Ovviamente se qualcosa non ci è chiaro glielo chiediamo e lo spiega.

Di
chimica stiamo facendo tutta la parte che riguarda idrocarburi e i fondamenti
della chimica organica. La professoressa non ci ha spiegato direttamente questi
concetti ma ci ha fatto alcune domande per farci arrivare alla spiegazione.
Anche lei ci ha dato delle domande come per sintetizzare i contenuti principali
della lezione. Come già detto domani, insieme al mio gruppo, dovrò preparare
una lezione sugli idrocarburi.

La
professoressa di francese (che tra l’altro ha detto che ho una buona pronuncia
:D) ci ha detto di fare una colletta per comprare una mappa della Francia in
modo tale da studiare meglio. Per lunedì prossimo ognuno di noi ha il compito
di preparare una lezione su una regione della Francia. Questa prevede una parte
scritta e orale (sia in francese che in spagnolo).

Di
spagnolo abbiamo letto e commentato un articolo chiamato “La vejez y la
soledad” (la vecchiaia e la solitudine). Ognuno di noi ha dato un giudizio e un
opinione riguardo al testo e agli argomenti trattati, Infatti l’obiettivo del
brano è quello di sviluppare il nostro lato critico. Poi è mirato a insegnarci
come si scrive un “testo opinionista” (le allego la foto del libro con gli
obiettivi dell’unità. Anche se è in spagnolo è abbastanza comprensibile J)

Di
storia abbiamo parlato nella prima lezione di Ulises Heureaux che fu uno dei
dittatori della Rep. Dominicana e nell’ultima lezione
abbiamo parlato degli eventi storici più imporanti dal 1900 al 1905 sia
mondiali che nazionali. Sempre con la prof di storia di apre un dibattito
collettivo per commentare i lavori svolti.

Per
ora non abbiamo fatto altro di molto specifico perché sono comunque ancora i
primi giorni e molti professori sono nuovi e quindi impiegano l’ora per
presentarsi, dare il proprio metodo di valutazione, etc..

______________________________________________________________

1)Il primo giorno di scuola

Con chi sei andato a scuola ?

Sono andata a scuola con mia
madre ospitante e poi mi sono incontrata con un’altra ragazza italiana di
Torino che è un AFSer come me. Stiamo nella stessa classe

Quali timori avevi ?

Temevo di non essere accettata
però mi sono ricreduta totalmente già dopo aver conosciuto e salutato le prime
persone che ora, per esempio, dopo pochissimo già mi hanno invitata a casa loro
per studiare insieme e per aiutarmi. E avevo il timore di non capire
le lezioni ma mi sono ricreduta anche in questo

Quali desideri avevi ?

Ero molto emozionata e avevo il
desiderio di conoscere i miei nuovi compagni di classe, di vedere la mia aula e
di sapere cose sulla scuola e sulla vita scolastica dominicana.

Chi ti ha accolto a scuola ?

Non mi ha accolta qualcuno di
specifico. Nel senso noi straniere (io e la ragazza di Torino, Deborah, siamo
le uniche in tutta la scuola) siamo state accolte come il resto degli alunni
nuovi della scuola. E questa cosa mi ha fatto come dire piacere perché mi da
l’impressione di integrazione nella mia società ospitante.

Hai un tutor?

No o almeno non lo conosco ancora
perché i volontari di AFS mi hanno detto che ognuno di noi ha a disposizione
tre tutor : uno per i genitori ospitanti (ossia una persona con la quale possono
confidarsi in caso di problemi), uno per me che ha la stessa funzione e uno per
la scuola.

Sei stato accompagnato in
segreteria, in presidenza o in classe ?

Direttamente in classe

Sei stato presentato alla classe
da un insegnante ?

No siamo noi che ci siamo presentate alla classe. Ripeto che
alcuni professori sono nuovi e quindi tutti abbiamo dovuto presentarci.

Ti è stato chiesto di dire
qualcosa alla classe ?

Si di presentarmi semplicemente e
di dire perché sono qui e come e cosa mi aspetto da questo anno.

Che Lingua hanno usato con te gli
insegnanti che hai incontrato ?

Spagnolo perché il mio non è una
scuola bilingue e quindi non tutti gli insegnanti parlano inglese però io
preferisco che mi parlino in spagnolo

Quanto sei rimasto a scuola ?

Per tutto l’orario scolastico

Chi ha parlato di più con te ?

I miei amici di classe che erano
tutti molto curiosi ma devo dire che mi davano a parlare quasi tutte le persone
che ho incontrato.

Quali differenze con la tua
scuola ti hanno colpito subito ?

La disciplina. Mi ha fatto
stranissimo vedere tutti vestiti uguali e vedere tutti in silenzio e rispettosi
nei riguardi della preside o di qualsiasi prof che parlava per darci
informazioni. Magari questa ultima cosa la rispettiamo anche noi però vedendola
in un altro modo posso dire che non è per niente lo stesso rispetto.

Che cosa ti è piaciuto ?

Mi è piaciuto il fatto
dell’uniforme perché così sul serio non si fanno differenze. Perché spesso i
nostri corridoi si trasformano in vere e proprie piste da sfilata e ciò provoca
il giudizio di molti. Spesso a scuola si fanno gruppi  distinti e separati e come se si creassero
vere e proprie “classi sociali”. Qui non è per niente così, tutti sono amici,
tutti sono disposti ad aiutarti se sei in difficoltà. Nessuno ti critica,
nessuno ti fa sentire inferiore o superiore. Devo dire che questa è la cosa che
mi è piaciuta di più. E vorrei dire a tutti coloro che mi hanno detto che a
Santo Domingo non si studia, a Santo Domingo si ci diverte e basta, che è un posto
pericoloso etc..vorrei dire di ricredersi perché si c’è la povertà, la
delinquenza e tutto (che tra l’altro esiste in ogni città!) ma almeno sanno
apprezzare tutto quello che hanno di più esclusivo e soprattutto sanno
mantenerlo! A iniziare dalla scuola a finire con tutti i posti di attrazione e
le spiagge e tutto il resto..questa è la prima cosa che ho notato e che subito
ho apprezzato.

Come sei tornato a casa ?

Con mia mamma ospitante

3)I giorni successivi

Con che mezzo e con chi vai a
scuola ?

Ripeto che sempre mi accompagnano
e mi vengono a prendere o mia madre o mio padre ospitante

Hai incontrato il tutor ?
Se si, quando ?  Per quanto tempo ?

No non l’ho incontrato

Quali altri insegnanti hanno
parlato con te ?

Tutti quelli che ho incontrato
fino a ora in classe. E cmq anche se altri mi vedono all’esterno della classe
si fermano per parlarmi o per salutarmi

Chi ti ha spiegato come funziona
la scuola estera ?

Un po’ i miei amici di classe e
un po’ l’ho capito ascoltando i professori in classe e un po’ già mi ero
informata

Con chi hai parlato delle materie
che vorresti o dovresti seguire ?

Come già detto non ho scelto le mie materie e il mio corso.
Però essendo gli altri corsi veramente molto specifici se non si fa una
richiesta prima non ti ci iscrivono. Io non ho dovuto farla perché frequentando
un liceo scientifico in Italia il mio corso ideale era il “General”.

Che informazioni ti sono state
chieste sui tuoi studi precedenti ?

Mi hanno chiesto di consegnare le
pagelle dal primo anno all’ultimo del liceo perchè, dato che noi studenti
italiani siamo gli unici a cui convalidano l’anno all’estero, questi documenti
appositamente tradotti in spagnolo servono per la convalida. A scuola per
l’iscrizione mi hanno chiesto i nomi delle mie scuole medie e liceo.

Ti è stato proposto un sostegno
per la lingua straniera?  Se si, come ?

No, anche perché non mi è
necessario. Nel caso in cui non capisco qualcosa sono i miei compagni di classe
o i professori che mi aiutano a capire.

Sei stato invitato a parlare in
un’assemblea di studenti ?

No come già detto non è stato
organizzato niente di particolare.

‘l’i è stato presentato un
regolamento di classe o di istituto ?

Si. Le regole principali sono : tutti
gli studenti siano in perfetta uniforme e non sono accettate scusa in merito.
Si può indossare solo ciò che l’uniforme prevede e cioè scarpe nere, calze
bianche, pantalone blu e polo bianca con logo della scuola. Non si possono
avere tinte o tagli di capelli troppo vistosi né si possono indossare orecchini
molto grani né altro di simile. Inoltre non sono ammessi ritardi, se non si
arriva per le 7.30 trovi i cancelli chiusi e non puoi entrare. Poi ovviamente
ci sono tutte le regole che riguardano la pulizia delle aule, il rispetto della
scuola, etc..

I compagni ti hanno organizzato
una festa di benvenuto ?

No

Come comunichi con i compagni ?

In spagnolo

Che cosa ti chiedono ?

Mi chiedono molte cose
sull’Italia e tutti mi chiedono di dare lezioni di italiano! Perché tutti
fortunatamente hanno una visione ottima del nostro Paese! E forse questa è una
delle cose che mi ha stupita…e ancora nessuno mi ha detto che conosce Napoli, e
questo mi stupisce ancora di più!

Che cosa chiedi tu a loro ?

Gli chiedo se la scuola organizza
qualcosa, di aiutarmi con la lingua, di correggermi se sbaglio e di darmi
informazioni utili riguardo la vita e tutto ciò che si svolge nella comunità
che mi ospita. Però stando qui già da un mese, già mi hanno spiegato parecchie
cose a riguardo e quindi diciamo che a scuola sto approfondendo tutto ciò che
ho imparato fino a ora.

Hai dovuto comprare libri?

No. Qui è AFS che presta i libri
agli studenti stranieri che quindi poi dovranno essere consegnati.

Hai avuto subito del lavoro da
fare a casa ?  Se sì, quale ?

Si già dal primo giorno ho avuto
compiti per casa

C’è qualche compagno che ti aiuta
?

Ripeto che tutti mi chiedono
sempre a fine ora se ho capito, se tutto mi è chiaro, se ho bisogno di una
mano, etc..

Hai del lavoro da fare a casa
regolarmente ?  Se si, in quali materie ?  In quale lingua?

Devo svolgere i compiti che danno
a tutti, allo stesso modo di tutti e in spagnolo. Svolgo lo stesso programma
dei miei compagni di classe.

Sei inserito in attività
extracurricolari svolte a scuola ?  Quali ?

Si mi sono iscritta al corso di
chitarra perchè voglio continuare i miei studi. E poi parteciperò al ballo
della “Promocion” ossia quella festa di cui ho parlato organizzata da tutti i
ragazzi di quarta.

C’è un giornale degli studenti?
Se si, collabori o pensi di collaborare?

Non lo so se c’è un giornale
degli studenti

Sei in una squadra sportiva
?  Se si, quale sport ?

Non ancora. Però la mia scuola
offre moltissime cose e quindi penso che mi iscriverò a qualcosa.

Hai incontrato il preside ?
O il vicepreside ?  Se sì, in che occasione ?

Si incontro la preside tutte le
mattine. E sempre ci salutiamo e sempre mi chiede se ho problemi e altro

Hai l’orario definitivo ?
Hai gli orari di incontro degli insegnanti con i genitori ?

Si oggi ci hanno dato l’orario
però non si sa ancora se è quello definitivo. Non so come funzionano gli
incontri scuola – famiglia

Hai fatto dei “compiti in classe”
o delle verifiche orali ? In quale lingua ?

No non ancora. E comunque tutti
gli interventi sono in spagnolo

Se hai bisogno di un consiglio, a
chi chiedi?

A tutti perché tutti mi hanno
dato la loro disponibilità

I COMPAGNI – Descrivi in
dettaglio come è composta la tua classe, che cosa indossano abitualmente i
compagni, che cosa bevono o mangiano durante l’intervallo, quanti fumano, come
si comportano tra di loro, con te e con gli insegnanti. Intervista
qualche  compagno sui suoi hobby, sui suoi progetti per il futuro,
sull’insegnante che preferisce e sul perché della preferenza.

La mia classe è composta da 24
persone. Tutti siamo vestiti uguali con la stessa  uniforme. Durante l’intervallo si mangia più
o meno quello che mangiamo noi (patatine, panini, bibite varie, dolci, etc..)
l’unica differenza è che costano meno della metà! Se hai indosso la divisa non
puoi fumare nè si può all’interno dell’istituto (intese cioè i luoghi aperti)
perché qui quasi tutte le scuola ritengono che offenda la scuola e le proprie
regole e principi. I miei amici l’anno prossimo andranno all’università e quasi
tutti hanno intenzione di studiare economia o turismo qui o all’estero (molti
ragazzi qui in RD studiano questo, altri scelgono ingegneria e pochi altri
medicina). Tutti abbiamo quasi gli stessi hobby, alla fine siamo tutti ragazzi
di 16/17 anni!

GLI INSEGNANTI – Descrivi ciascun
insegnante in dettaglio, sia nell’aspetto che nel comportamento.

Quasi tutti i miei professori
sono di colore o se non lo sono, sono mulatti. Sono tutti molto seri ma allo
stesso tempo simpatici (diciamo che in ogni dominicano c’è un pizzico di
simpatia! E questa è la cosa più bella di tutte J
tutti sono sempre allegri, felici e amichevoli! Anche quelli che nn hanno
niente…e questa è una cosa da apprezzare!)

RAPPORTO FRA INSEGNANTE E
STUDENTE – Come si comporta un insegnante di solito durante l’ora di lezione? E
fuori orario? Come si comporta lo studente durante l’ora di lezione? Come
comunicano insegnanti e studenti fra di loro? scrivi le tue impressioni.

Ovviamente gli studenti sono tenuti a seguire e gli
insegnanti durante le lezioni richiedono quel minimo di rispetto necessario per
una convivenza civile. E credo che non ci sia molta differenza con i miei
professori italiani.

UNA LEZIONE DI …
– Riferisci il contenuto di una lezione che sei riuscito a seguire (inglese,
lingua straniera, scienze, … ).

Lo spiegato in un’altra domanda J

I METODI DI VERIFICA

L’INTERROGAZIONE – Se si
utilizza: Spiega in che cosa consiste

Fino ad ora si sono organizzati
gruppi di classe che si preparano su un argomento e lo spiegano a la classe. Oggi
ho avuto la mia prima “interrogazione” di chimica su “che cos’è la chimica” e
gli idrocarburi cose che già avevo fatto in Italia

IL COMPITO IN CLASSE – Spiega in
che cosa consiste, quanti ne vengono fatti per ciascuna materia, qual è
l’atmosfera prima e dopo il compito.

Non so se si fanno compiti in
classe come i nostri, so solo che si danno valutazioni mensili complessive in
basa al lavoro svolto in classe, a casa e verifiche

IL LAVORO A CASA – Spiega la
necessità dello studio a casa e descrivi come passi, di solito, il pomeriggio a
casa

Dopo mangiato inizio a studiare.
Siccome abbiamo 7 ore al giorno e spesso quasi tutte diverse, ho parecchi
compiti da fare e quindi diciamo che studio in media per 2,3 ore poi dipende
dai giorni. Per ora non sto incontrando molte difficoltà anche se mi viene
meglio scriverlo che pronunciarlo lo spagnolo, però credo che sia normale
(anche se tutti mi dicono che lo parlo abbastanza bene!)

LO SPORT NELLA SCUOLA – Quali
attività si svolgono nell’ora di Educazione Fisica? Quante ore sono mediamente
dedicate ad attività sportive nella scuola? Ci sono delle squadre e dei tornei
interni e/o esterni alla scuola?

Il professore di educazione
fisica nella prima lezione ha misurato altezza, peso e lunghezza del salto per
ognuno di noi perché anche per ed.fisica ci sono prove da svolgere durante
l’anno. Ho due ore di educazione fisica alla settimana e sono previste anche
lezioni di teoria. Nella mia scuola si può svolgere qualsiasi sport! E anche
per questo è obbligatorio indossare l’uniforme (ossia una tuta sempre con lo
stemma della scuola) ed è obbligatorio partecipare alle lezioni

ATTIVITA’ SPECIALI – Elenca e
spiega le attività extra-curriculari che si svolgono o si organizzano nella
scuola: gite, conferenze, uscite per vedere film, spettacoli teatrali, mostre,
manifestazioni sportive, feste, pubblicazione di un giornale ecc.

Sinceramente non so ancora quali
attività speciali si organizzano. Le farò sapere appena saprò qualcosa.

DIFFERENZE

Indica le prime differenze a
caldo fra la vita scolastica in Italia e quella nella nazione che ti ospita

Qui non so perché ma mi sa tutto
di molto più serio, no che in Italia non lo sia però avverto che qui lo è di
più. Per esempio in classe tutti partecipano veramente attivamente alla
lezione, tutti veramente si interessano delle parole del professore. Non so
perché ci sono rapporti diversi (per esempio alcuni ragazzi stanno nella stessa
scuola da 12 anni e quindi alcuni prof li hanno visti crescere!). però qui è
molto importante mantenere alto il nome di un istituto. Proprio oggi una
professoressa ha chiesto ai ragazzi che da più tempo stanno in quella scuola di
scrivere, il profilo di un alunno del CAFAM ossia come è lo studente del CAFAM.
Molte volte le persone qui si “giudicano” in base alla scuola che frequenti e
tutto questo in Italia credo che non esiste.

Per il momento non ho altro da dire,
appena saprò altro le scrivo!

Luisa
Sartorato

 

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...