Quest’esperienza mi sta facendo riscoprire…

Finalmente dopo tanta attesa sono arrivata in Uruguay!

La famiglia

Vivo a San Bautista, Canelones a 63 km de Montevideo la capitale dell’Uruguay. Lamia famiglia è composta da quattro persone: padre, madre e due sorelle. Di questi solo la madre e una figlia vivono qui a casa,mentre il padre ha un’altra casa poichè sono divorziati e l’altra figlia vive in capitale,a Montevideo,dove studia. I genitori sono sulla cinquantina mentre le figlie hanno 18 e 24 anni. La madre e il padre sono molto simpatici,sorridono sempre e mettono allegria,mi trovo molto bene con loro,  La figlia che vive a casa con me è lo stesso simpatica anche se come carattere non siamo proprio compatibili, abbiamo due personalità molto differenti. Spero che con il tempo riusciamo a trovare più sintonia.

Ma comunque sono contenta perché la gente è simpatica e molto aperta.

La scuola

Per informazioni sul sistema scolastico in Uruguay cliccare qui

La scuola è a quaranta minuti dalla mia città. Non è grande ha due piani con una piccola biblioteca con computer liberi per tutti,un laboratorio di chimica,una palestra all’aperto,e tante aule. Al liceo bisogna scegliere un indirizzo come agrario,ingegneria,artistico,architettura…Io ho scelto architettura e nel mio corso siamo in 7 ,e perché siamo in pochi ,vado a scuola nel pomeriggio,e con orari diversi. Ci sono giorni che faccio 7 ore altri 5…ma l’orario può essere dalle 11 alle 18 o dalle 13 alle 19,insomma ogni giorno varia.

Le materie del mio corso sono disegno,storia dell’arte,filosofia,inglese,letteratura,matematica di vari livelli,fisica,diritto ed economia.

Ogni lezione dura 40 minuti e si ha 5 minuti di pausa al termine di ogni 40 minuti.

Le lezioni sono tutte informali ,gli alunni quasi sovrastano i professori,ridono scherzano si alzano e vanno al supermercato fuori la scuola, abbracciano i professori

Dopo appena  una settimana di scuola qui, mi rendo conto a che livelli alti sia la scuola italiana.

A volte ci lamentiamo troppo di essa non sapendo che riceviamo un’educazione unica al mondo. Non ci sono proprio paragoni.

Qui non si studia con libri; i prof danno delle fotocopie e poi non ci sono interrogazioni orali.

Qui importa più il pensiero dell’alunno,si tende a ragionare di più e a dare opinioni e non tanto a dire il fatto in sè.

A scuola non sono inserita nel registro e sono io che copio ciò che scrivono alla lavagna o mi interesso di quello che si fa.

In realtà i prof mi hanno detto che non mi valutano perché i programmi sono al termine,in quanto la scuola tra pochi mesi finisce,anche se in realtà nemmeno gli alunni “locali”fanno tanto.

Alcune lezioni si passano parlando di cose del tutto estranee alla scuola con il prof.

Quest’esperienza mi sta facendo riscoprire le ricchezze in cui vivo: Castellammare, la scuola, l’Italia.

Questo e altro sul blog di Manuela

http://chicauruguay.blogspot.it/

 

Annunci

1 Comment

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...