Qui ho imparato cosa significa amare il proprio Paese di Angela Cicchitto

Ho ricevuto questa mail da Angela Cicchitto, programma annuale in USA.
Ciò che scrive Angela coglie uno degli aspetti dell’esperienza che i nostri studenti all’estero sperimentano. Scoprire il senso dell’appartenza che, in un periodo di crisi e confusione di valori come quello che viviamo, non è poca cosa. E’ speranza!

C’è una prima volta per tutto, e posso dire che questa è, per me, la prima volta che amo, coscientemente, il mio Paese.
A dire la verità non sono mai stata molto nazionalista, ho sempre pensato di voler andar via, che ne avevo la necessità, e avevo ragione.
Ma…dovevo andare via per assumere un punto di vista diverso con cui guardare il mio bel Paese.
Naturalmente ho sempre lodato il mio Paese, ne ho sempre apprezzato i lati positivi, ma andar via è sempre stato la mia ombra.
Era la mia consolazione nei giorni difficili, la gioia in quelli felici, e la speranza in quelli dubbiosi.
Adesso che sono qui ho imparato cosa significa amare il proprio Paese d’origine.
E ringrazio l’America per questo.
Qui ci sono bandiere ovunque, in ogni giardino, in ogni casa.
Ognuno difende le proprie radici, a prescindere da tutto.
Respiri il loro patriottismo dal primo momento in cui arrivi in aereoporto.
Sono orgogliosi di tutto: successi ed errori.
Neanche osano definire la propria terra una terra di sciocchi, e non vorrebbero che sia diversa.
Perché non ne prendiamo spunto? Perché non impariamo?
Ho visto studenti italiani, qui, voltare le spalle alle proprie origini, e tutto ciò mi ha disgustata a tal punto che non ho potuto evitare di dire la mia.
Per la prima volta mi sono sentita veramente Italiana.
Sì, noi Italiani camminiamo per strada, urlandoci a vicenda; beviamo vino quasi ogni giorno, e se potessimo scegliere tra un buon relax e un duro lavoro opteremmo per il primo.
È così che siamo fatti. Dovremmo esserne consapevolmente orgogliosi, aggiustando gli aspetti estremi.
E’ qui in USA che, improvvisamente, ho iniziato a sognare la mia terra: il sole ogni giorno, il mare della mia città, la nostra pizza, UNICA, la pasta, il nostro gesticolare nel parlare, la nostra intonazione, i nostri stupidi programmi televisivi.
Siamo il paese dell’Arte e della Storia. Camminiamo per le strade di Roma e respiriamo anni e anni di battaglie e infine di conquista di una terra che dobbiamo sentire NOSTRA.
Qui ho imparato ad amare il mio Paese per le Sue debolezze.
Ad elogiarlo per la Sua immensa bellezza.

Annunci

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...